Blog

Istanbul, capitale del trapianto di capelli

Negli ultimi anni si va affermando una nuova frontiera del turismo. La Turchia è diventata la meta preferita di una precisa tipologia di turista: uomo, calvo o con principio di calvizie, il cui obiettivo è avere una nuova chioma, forte e fluente.

Al mare di Bodrum, infatti, sono sempre più numerosi i turisti che preferiscono una delle oltre 350 cliniche di Istanbul specializzate in trapianto di capelli.

I dati, pubblicati recentemente dalla rivista Wired, la Bibbia di Internet, sono da capogiro: un miliardo di dollari investito per avere una nuova capigliatura. Stupiscono e fanno riflettere i dati relativi alla sola città di Istanbul. Qui, ogni mese sono circa 5 mila i pazienti che si sottopongono al trapianto di capelli, provenienti per lo più dai Paesi del Golfo (leggi l’articolo direttamente su Wired)

È noto che uno dei principali freni al ricorso alla chirurgia per risolvere il problema della calvizie è l’elevato costo dell’intervento.

In Turchia, invece, la procedura di estrazione delle unità follicolari costa tra i 1.500 e i 1.800 euro: quasi dieci volte meno che negli Stati Uniti. Certo, il problema non si risolve con un’unica seduta. Tanti sono i pazienti che ritornano per infoltire le zone della testa più colpite dalla calvizie; infatti, il trapianto di capelli prevede l’impianto di circa 4 mila bulbi follicolari presi dalla nuca del paziente.

Anche tra gli italiani si va diffondendo la tendenza a partire verso la Turchia per ricorrere alle prestazioni dei chirurghi.

A dimostrarlo sono i numerosi siti internet, in italiano, che pubblicizzano questa tipologia di intervento. L’offerta media è di 2.600 euro per l’impianto di 6.000 bulbi piliferi. Non sempre, però, il trapianto di capelli rappresenta la migliore risposta alla calvizie, o all’alopecia androgenetica che colpisce un numero sempre maggiore di uomini e donne (ne abbiamo parlato qui). Trapianto di capelliCosti elevati, recidiva e necessità di lunghe e numerose sedute sono tra i principali dissuasori per molte persone affette da questo problema.

Quale alternativa al trapianto di capelli si sta affermando sempre più la medicina rigenerativa (ne abbiamo discusso qualche giorno fa).

La Hair Carboxy Therapy e l’Acido Ialuronico Cross-Linkato sono utilissimi per integrare la rigenerazione. Questo processo rallenta, inoltre, l’invecchiamento cellulare e regola il ciclo di vita del follicolo: si articola, complessivamente, in cinque fasi e ogni seduta dura circa due ore. A differenza del trapianto, non è invasivo e consente di raggiungere risultati migliori e maggiormente duraturi.

Infine, per integrare il processo rigenerativo, molti raccomandano Vibration Hair, il cosmetico spray di Formed composto da elementi naturali quali il Galattomannano e il Coenzima Q10.

Ordinalo subito a questo link e commentane con noi la straordinaria efficacia.




Share this story