Blog

Calvizie e Alopecia: con le Cellule Staminali Solo un Brutto Ricordo?

Dal trattamento della calvizie e dell’alopecia al trattamento di ulcere e ferite complesse, dall’aumento del volume del seno fino al ringiovanimento del volto e alla ricostruzione di tessuti danneggiati o mancanti. Questi sono solo alcuni dei possibili impieghi delle cellule staminali nel campo della chirurgia plastica e rigenerativa.

Valerio Cervelli, titolare dell’insegnamento di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica dell’Università di Roma “Tor Vergata” e direttore della scuola di specializzazione dedicata a queste importanti questioni, ha voluto anticipare alcuni dei temi che verranno discussi in occasione del settimo Congresso Internazionale di Chirurgia Plastica Rigenerativa, che si terrà a Roma dal 10 al 12 dicembre 2015. “Nonostante la scarsità di fondi e l’eccessiva burocrazia, – ha detto Cervelli, presidente del Congresso – negli ultimi 7 anni abbiamo compiuto enormi progressi che ci hanno permesso di diventare pionieri nella chirurgia rigenerativa”.

L’idea rivoluzionaria di questa nuova branca della medicina è quella di utilizzare il tessuto adiposo del corpo come una fonte di bellezza e salute.

“I chili di troppo − ha spiegato Cervelli − possono essere una risorsa da cui poter estrarre le cellule staminali adulte utilizzate per rigenerare i tessuti, con lo scopo di restituire loro funzioni e integrità”.

Sono tre gli elementi fondamentali adoperati nella chirurgia rigenerativa: le cellule staminali ottenute dal tessuto adiposo e da altri tessuti, i biomateriali sintetici e i fattori di crescita contenuti nelle piastrine: “sia le cellule staminali che le piastrine − sostiene Cervelli − vengono prelevate dallo stesso paziente, attraverso un’autodonazione”. L’obiettivo finale è quello di creare vere e proprie fabbriche di tessuto e, forse in futuro, anche di organi. L’Italia potrà giocare un ruolo cruciale in questo campo, a patto che si facciano quegli investimenti necessari per non perdere questo importante primato.

Cellule StaminaliSul versante tricologico l’impiego delle cellule staminali rappresenta una novità assoluta.

Eseguendo delle infiltrazioni nelle aree in cui il cuoio capelluto è assente o maggiormente danneggiato, si induce una battuta d’arresto nella caduta dei capelli oltre che un aumento dello spessore e, in molti casi, del numero di capelli.

Avevi mai pensato a una soluzione di questo tipo per i problemi dei tuoi capelli? Parlane con il tuo chirurgo estetico di fiducia o chiedici maggiori informazioni. Nel frattempo, per interrompere la caduta dei capelli e migliorarne la robustezza, ti consigliamo Vibration Hair, il nostro nuovissimo cosmetico spray dai naturalissimi principi attivi.




Share this story